Famiglia e identità culturale

Famiglia e identità culturale

Da alcuni anni è in atto un vero e proprio attacco alla famiglia naturale, prima cellula fondante della nostra società, luogo in cui si accoglie la vita e si tramandano valori e tradizioni, punto di riferimento per ogni essere umano.

Il Partito Democratico, e la sinistra tutta, hanno sferrato un duro attacco alla famiglia naturale anche in Emilia-Romagna, approvando una legge che è un vero e proprio “manifesto di promozione del gender” in tutti gli ambiti educativi, a partire dagli asili nido. Mi sono opposto con un lungo ostruzionismo al passaggio di questa legge così come ho contrastato la diffusione nelle scuole di progetti gender (es. “W l’amore”) e la diffusione di testi a fumetti per bambini, ispirati a questa teoria, presso scuole e biblioteche pubbliche.

La teoria gender sostiene che l’essere maschio e femmina non sia un dato oggettivo e reale ma un prodotto della cultura e della costruzione sociale dei ruoli che un soggetto scopre con il passare del tempo. Questa teoria individua nella famiglia il nemico da abbattere per poter indottrinare le menti di bambini e ragazzi, in una sorta di educazione di Stato che ha come obiettivo la distruzione del ruolo educativo dei genitori e, di conseguenza, dell’identità culturale e valoriale trasmessa alle nuove generazioni.

Il loro obiettivo è quello di trasformarci in esseri senza radici e riferimenti, nuovi schiavi in balia dei mercati e del potente di turno. Vorrebbero che dimenticassimo che ogni essere umano ha un codice genetico unico e irripetibile, un dato certo, oggettivo e reale sul quale non possono intervenire, quindi, cercano in tutti i modi di distruggerlo.

Non smetterò mai di combattere con tutte le mie forze in difesa della famiglia naturale, della vita e della libertà educativa dei genitori.

Promozione turistico / territorialeSanità

CONTATTAMI

Chiamami

331 958 9589

Seguimi su Facebook

Giancaro Tagliaferri

Seguimi su Instagram

@giancarlo.tagliaferri

Scrivimi un messaggio